Trappistes Rochefort

Belgio, Birre in bottiglia

Trappistes Rochefort

Abbaye Notre-Dame de Saint-Remy
Rochefort (Belgio)

La Abbaye St. Remy, situata nel sud del Belgio, produce una linea di birre contrassegnate da numeri: 6, 8 e 10. Questi numeri non indicano i gradi alcolici della birra, ma con un’antica unità di misura belga, della densità: il “degré légal belge”, misurata non sul prodotto finale, ma sui mosti prima della fermentazione espressa ormai da lungo tempo con questa particolare unità di misura. I monaci iniziarono a produrre birra intorno al 1595.

ROCHEFORT 6 (7,5% vol.) Di colore bruno rossastro, con riflessi ambrati; di gusto “soffice”. Raffinata e semplice,dal gusto fruttato, presenta un retrogusto leggermente caramellato. Viene prodotta solo una volta all’anno e rappresenta solo l’1% circa della produzione di birra dell’abbazia, risultando quindi più difficile da reperire, con orzo dell’agricoltura locale e l’eccellente luppolo dell’Hallertau.

ROCHEFORT 8 (9,2% vol.) E’ la birra più prodotta dai padri trappisti di Rochefort. Prodotta per la prima volta nel 1954 per un importante cliente di allora, entrò da subito nella produzione stabile del birrifcio. Il colore di questa birra è marrone, più intenso di quello della 6 e con meno riflessi aranciati; la spuma è fine e compatta, a bolle molto piccole, persistente. All’olfatto ha un immediato agrumato, netto, e nel complesso dimostra una forte caratteristica speziata con note amare, ma anche fruttate quasi sciropposa, con una evoluzione maltata, molto caramellata. Rivela un corpo importante, ma non eccessivamente consistente, con un impatto piacevolmente frizzante. Il sapore iniziale ricorda la liquirizia, con spezie in secondo piano, s’impone, con un fruttato fortissimo, un accenno di fichi e una corsa finale morbida e calda. Lascia il palato particolarmente pulito, con una sensazione finale decisamente secca. Con questa birra si tocca quasi l’eccellenza delle trappiste.

ROCHEFORT 10 (11,3% vol.) Color testa di moro con rifermentazione in bottiglia. Ha caratteri tipici di una strong dark ale e la densità e complessità di un barley wine. Il colore è bruno intenso, con riflessi rosso carminio; la schiuma, generosa ma non indiscreta, è persistente e di color caffelatte. L’aroma è di per sé un capolavoro: malto fortemente liquoroso, per un gusto che aggredisce con un sorprendente calore alcolico, ed un corpo morbido. Una macedonia di frutta candita, imbevuta di liquore e caramello.